La professione infermieristica ha sempre dato grande attenzione alla valenza etica del suo agire. Molto spesso i valori etici di riferimento hanno posto attenzione alla dignità della persona, alla visione dell’uomo come essere visto in modo unitario e globale e alla difesa della vita umana in tutte le circostanze e condizioni. Tuttavia, in un’epoca di relativismo etico imperante come la nostra, tali valori non sempre hanno una valenza universalmente condivisa e riconosciuta. D’altra parte l’importanza della professione infermieristica e l’ampliarsi delle sue competenze e ambiti di attuazione, non può prescindere dall’impegno per approfondire quelle caratteristiche dell’agire etico che è garante non solo di efficacia professionale, ma anche di realizzazione integrale dell’operatore sanitario. Una riflessione sull’etica professionale infermieristica non può pertanto limitarsi a descrivere l’agire etico sulla base dei modelli proposti dai codici deontologici o ritenuti validi in un certo tempo e luogo, senza cercare di decodificare le concezioni antropologiche ad essi sottese. Essa esige, inoltre, di chiedersi se l’etica del nursing è un’etica comune alle professioni di servizio alla persona e, più specificamente, alle professioni di cura, oppure è pensabile come un’etica a sé; in altri termini, se essa ha delle caratteristiche che la rendono in qualche modo unica. In questo lavoro si cercherà di individuare le premesse che permettano di riflettere sull’etica infermieristica come si applica, ad esempio, nel campo della riabilitazione, ritenendolo emblematico dell’etica infermieristica. I modelli concettuali che guidano l’assistenza infermieristica si caratterizzano secondo i diversi concetti di persona, salute, ambiente e assistenza infermieristica che ne costituiscono il metaparadigma. Benché essi presentino notevoli differenze, un concetto che emerge tra tutti è quello dell’importanza data all’autonomia del paziente e che presenta notevoli ripercussioni nell’ambito del nursing della riabilitazione.

Valenza etica del nursing

PIREDDA M;BERTOLASO M;TARTAGLINI D;DE BENEDICTIS A;DE MARINIS MG
2008-01-01

Abstract

La professione infermieristica ha sempre dato grande attenzione alla valenza etica del suo agire. Molto spesso i valori etici di riferimento hanno posto attenzione alla dignità della persona, alla visione dell’uomo come essere visto in modo unitario e globale e alla difesa della vita umana in tutte le circostanze e condizioni. Tuttavia, in un’epoca di relativismo etico imperante come la nostra, tali valori non sempre hanno una valenza universalmente condivisa e riconosciuta. D’altra parte l’importanza della professione infermieristica e l’ampliarsi delle sue competenze e ambiti di attuazione, non può prescindere dall’impegno per approfondire quelle caratteristiche dell’agire etico che è garante non solo di efficacia professionale, ma anche di realizzazione integrale dell’operatore sanitario. Una riflessione sull’etica professionale infermieristica non può pertanto limitarsi a descrivere l’agire etico sulla base dei modelli proposti dai codici deontologici o ritenuti validi in un certo tempo e luogo, senza cercare di decodificare le concezioni antropologiche ad essi sottese. Essa esige, inoltre, di chiedersi se l’etica del nursing è un’etica comune alle professioni di servizio alla persona e, più specificamente, alle professioni di cura, oppure è pensabile come un’etica a sé; in altri termini, se essa ha delle caratteristiche che la rendono in qualche modo unica. In questo lavoro si cercherà di individuare le premesse che permettano di riflettere sull’etica infermieristica come si applica, ad esempio, nel campo della riabilitazione, ritenendolo emblematico dell’etica infermieristica. I modelli concettuali che guidano l’assistenza infermieristica si caratterizzano secondo i diversi concetti di persona, salute, ambiente e assistenza infermieristica che ne costituiscono il metaparadigma. Benché essi presentino notevoli differenze, un concetto che emerge tra tutti è quello dell’importanza data all’autonomia del paziente e che presenta notevoli ripercussioni nell’ambito del nursing della riabilitazione.
Medicina riabilitativa; Disabilità ; infermiere
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12610/622
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact