Introduction: According to E. Boyer Scholarship can be enriched by the combined development of four areas: Research, Formation, Integration, and Application. The Scholarship model described by Boyer urges us to reflect on the deep cultural links connecting these four fields of study, which are often divided by cultural, methodological and managerial motivations. Such reflection can be a stimulating opportunity for University on its way to cope with various educational needs and cultural demands of development for professions such as nursing, which only recently have become part of the academic world. Main issue: In its new academic course Nursing is particularly interested in the new horizons opened by Research, an mile stone in the development of a new Scholarship. The paper offers a reflection on the sure advantages that research can bring to nursing scholarship progress. It utilises Boyer’s model to encourage Italian nurses working at University to develop, at the same time, interest and attention for all those other aspects of Scholarship which derive from Formation, i.e. the process of enhancing human potentials; from Integration, i.e. the dialog between theory and praxis, and among the various study fields; from Application, i.e. the knowledge produced and structured directly from the critical reflection on action. Conclusion: Although all nurses can, due to the aptitudes and talents of each, develop separately the many fields of Scholarship, nonetheless to allow Italian nursing to reach a high academic level, adequate strategies should be developed to encourage the simultaneous progress of Research, Education, Integration, and Application.

Introduzione: Il sapere accademico (Scholarship) può arricchirsi, secondo E. Boyer, attraverso lo sviluppo congiunto di quattro campi: la Ricerca, la Formazione, l’Integrazione e l’Applicazione. Il modello di Scholarship descritto da Boyer sollecita la riflessione sull’intima interdipendenza culturale dei quatto ambiti, spesso divisi da motivi di ordine culturale, metodologico ed organizzativo, e può rappresentare una chiave di lettura stimolante per l’Università che deve oggi affrontare bisogni formativi diversificati ed istanze di sviluppo culturale di professioni, come quella Infermieristica, entrate solo da pochi anni nel circuito accademico. Problema: Nel nuovo cammino accademico, l’Infermieristica è particolarmente interessata agli orizzonti culturali aperti dalla Ricerca, punto di riferimento essenziale per la costruzione di nuovo sapere. L’articolo, oltre a riflettere sugli indubbi vantaggi che la Ricerca può apportare al progresso del sapere infermieristico, utilizza il modello di Boyer per invitare gli infermieri italiani che lavorano in Università a coltivare, al tempo stesso, interesse ed attenzione anche per le altre forme di sapere derivanti dalla Formazione, intesa come processo di valorizzazione delle potenzialità umane, dall’Integrazione, intesa come dialogo tra teoria e prassi, tra diversi saperi e ambiti disciplinari e dall’Applicazione, intesa come sapere prodotto e strutturato direttamente dalla riflessione critica sul fare. Conclusioni: Nonostante i singoli infermieri possano, per ragioni di talenti ed attitudini, coltivare selettivamente i vari campi del sapere, vanno tuttavia promosse strategie adeguate a favorire e supportare il progresso contestuale della Ricerca, della Formazione, dell’Integrazione e dell’Applicazione al fine di consentire alla professione infermieristica italiana di raggiungere un elevato livello accademico.

A new model for nursing scholarship in Italy

MATARESE M;TARTAGLINI D
2002-01-01

Abstract

Introduzione: Il sapere accademico (Scholarship) può arricchirsi, secondo E. Boyer, attraverso lo sviluppo congiunto di quattro campi: la Ricerca, la Formazione, l’Integrazione e l’Applicazione. Il modello di Scholarship descritto da Boyer sollecita la riflessione sull’intima interdipendenza culturale dei quatto ambiti, spesso divisi da motivi di ordine culturale, metodologico ed organizzativo, e può rappresentare una chiave di lettura stimolante per l’Università che deve oggi affrontare bisogni formativi diversificati ed istanze di sviluppo culturale di professioni, come quella Infermieristica, entrate solo da pochi anni nel circuito accademico. Problema: Nel nuovo cammino accademico, l’Infermieristica è particolarmente interessata agli orizzonti culturali aperti dalla Ricerca, punto di riferimento essenziale per la costruzione di nuovo sapere. L’articolo, oltre a riflettere sugli indubbi vantaggi che la Ricerca può apportare al progresso del sapere infermieristico, utilizza il modello di Boyer per invitare gli infermieri italiani che lavorano in Università a coltivare, al tempo stesso, interesse ed attenzione anche per le altre forme di sapere derivanti dalla Formazione, intesa come processo di valorizzazione delle potenzialità umane, dall’Integrazione, intesa come dialogo tra teoria e prassi, tra diversi saperi e ambiti disciplinari e dall’Applicazione, intesa come sapere prodotto e strutturato direttamente dalla riflessione critica sul fare. Conclusioni: Nonostante i singoli infermieri possano, per ragioni di talenti ed attitudini, coltivare selettivamente i vari campi del sapere, vanno tuttavia promosse strategie adeguate a favorire e supportare il progresso contestuale della Ricerca, della Formazione, dell’Integrazione e dell’Applicazione al fine di consentire alla professione infermieristica italiana di raggiungere un elevato livello accademico.
Introduction: According to E. Boyer Scholarship can be enriched by the combined development of four areas: Research, Formation, Integration, and Application. The Scholarship model described by Boyer urges us to reflect on the deep cultural links connecting these four fields of study, which are often divided by cultural, methodological and managerial motivations. Such reflection can be a stimulating opportunity for University on its way to cope with various educational needs and cultural demands of development for professions such as nursing, which only recently have become part of the academic world. Main issue: In its new academic course Nursing is particularly interested in the new horizons opened by Research, an mile stone in the development of a new Scholarship. The paper offers a reflection on the sure advantages that research can bring to nursing scholarship progress. It utilises Boyer’s model to encourage Italian nurses working at University to develop, at the same time, interest and attention for all those other aspects of Scholarship which derive from Formation, i.e. the process of enhancing human potentials; from Integration, i.e. the dialog between theory and praxis, and among the various study fields; from Application, i.e. the knowledge produced and structured directly from the critical reflection on action. Conclusion: Although all nurses can, due to the aptitudes and talents of each, develop separately the many fields of Scholarship, nonetheless to allow Italian nursing to reach a high academic level, adequate strategies should be developed to encourage the simultaneous progress of Research, Education, Integration, and Application.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12610/7006
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact